Circuiti SMPS

Circuiti SMPS

Jump to TINA Main Page & General Information 

I circuiti SMPS o di alimentazione switching sono una parte importante dell'elettronica moderna. L'analisi transitoria pesante necessaria per simulare un circuito di questo tipo potrebbe richiedere molto tempo e spazio per l'archiviazione del computer. Per supportare l'analisi di tali circuiti, TINA offre potenti strumenti e modalità di analisi.

Convertitore buck sincrono

Utilizzo dello Steady State Solver

La parte che richiede più tempo di un'analisi di un circuito SMPS è di raggiungere il suo stato stazionario, quando il livello DC della tensione di uscita non cambia e la forma d'onda di uscita ha solo una piccola ondulazione periodica. Per trovare automaticamente questo stato, TINA dispone di un Risolutore stato costante nel menu Analisi.

Input step analysis

Una delle analisi standard per i circuiti SMPS è il calcolo della risposta a una modifica di input per testare la capacità del design SMPS di regolare l'output con variazioni di step nella linea di input. Ciò può essere ottenuto aggiungendo un impulso alla tensione di ingresso e controllando l'uscita e altre tensioni. Poiché la variazione di input è relativa allo stato stazionario, è possibile avviarla dai valori iniziali di stato stazionario calcolati dal risolutore di stato stazionario di TINA.

Carica analisi del passo

Un'altra analisi standard consiste nel determinare la risposta SMPS a una rapida modifica del carico. Utilizzando la simulazione, la risposta alle variazioni di carico si ottiene aggiungendo un impulso di corrente al carico e analizzando l'uscita e altre tensioni. Poiché il cambio di carico è relativo allo stato stazionario, è possibile avviarlo dai valori iniziali dello stato stazionario calcolati dal risolutore di stato stazionario di TINA.

Analisi AC

Per analisi AC e analisi di stabilità è possibile utilizzare i cosiddetti modelli medi forniti in TINA. I modelli medi rappresentano un metodo, basato sulla media degli effetti durante il processo di commutazione. Le equazioni risultanti sono lineari, pertanto il metodo è estremamente veloce per disegnare i diagrammi Bode e Nyquist necessari per l'analisi della stabilità. Si noti che per utilizzare la funzione di analisi AC di TINA è necessario un modello medio, i modelli transitori non sono applicabili e daranno risultati non corretti.