Simulazione Verilog A e AMS

Simulazione Verilog A e AMS

Jump to TINA Main Page & General Information 

Oggi il linguaggio più utilizzato per descrivere circuiti elettronici e modelli di dispositivi è il Spice formato netlist (1973). Comunque, il Spice le netlist sono spesso difficili da leggere e comprendere e mancano di molte delle funzionalità dei linguaggi di programmazione di cui gli ingegneri avrebbero bisogno durante la creazione di modelli e simulazioni.

Il relativamente nuovo linguaggio Verilog-A (1995) fornisce un metodo alternativo con un linguaggio di programmazione di facile lettura C come la sintassi. Quindi Verilog-A è un adeguato successore del SPICE netlist per la descrizione delle topologie circuitali.

Un metodo ancora più sofisticato per descrivere il circuito elettronico, contenente sia componenti analogici che digitali è il linguaggio Verilog-AMS. Come abbiamo osservato in precedenza, Verilog-AMS è un derivato del Verilog puramente digitale esteso con il Verilog A puramente analogico e un'interfaccia per la connessione delle parti analogiche e digitali.

La maggior parte delle librerie di dispositivi di TINA sono dentro Spice formato della netlist. Tuttavia, è già possibile creare e importare modelli e posizionare macro TINA nei formati Verilog-A e Verilog-AMS. Puoi trovare diversi esempi di lingue, modelli di dispositivi e circuiti nella cartella ExamplesVerilog A di TINA.

Esempio di Verilog-AMS:

Il seguente circuito contiene una macro DAC (Digital Analog Converter) con Serial Peripheral Interface (SPI) e una macro di banco di prova, che genera il segnale SPI digitale. Il modello DAC è definito in Verilog AMS. È interessante notare che il banco prova sul lato sinistro è scritto in VHDL, che è un esempio di miscelazione di HDL diversi, ma qui ci concentreremo sulla macro Verilog AMS sulla destra. Questo circuito (DAC VAMS.TSC) è incluso nella cartella EXAMPLESVerilog AMS di TINA.

In TINA è possibile visualizzare il codice Verilog AMS del modello DAC se si fa doppio clic sulla macro DAC e si preme il pulsante Enter Macro.

Una parte del codice è mostrato di seguito:

Non entreremo in un'analisi dettagliata del codice. Vogliamo solo mostrare che nella prima parte mostrata sopra, il modulo DA Verilog converte il segnale seriale in un segnale analogico (VOUTA).

Alla fine della macro mostrata sotto (in TINA è possibile scorrere laggiù), viene chiamato il modulo DA e il segnale viene attenuato da un semplice opamp e da un filtro RC usando le istruzioni di Verilog A. Puoi anche vedere la definizione del condensatore nel frammento di codice qui sotto.